Akamai Diversity
Home > Web Performance > Anche i millisecondi contano!

Anche i millisecondi contano!

L'analisi delle performance dei siti di aziende retail dimostra che anche un ritardo di 100 millisecondi può influire sul coinvolgimento del cliente e, di conseguenza, sul fatturato.

Secondo i dati raccolti dal report Akamai State of Online Retail Performance, le performance dei siti sono cruciali per mantenere elevata l'attenzione dell'utente e per arrivare al completamento delle transazioni online. Infatti, in uno scenario e-commerce sempre più complicato, la soglia di attenzione dei clienti è sempre più bassa e così qualunque calo, anche modesto, nelle performance del sito può spingere all'istante il consumatore a cambiare destinazione.

Ma cosa emerge dal report? Ecco qui i principali rilevamenti: 

  • sebbene la metà dei consumatori cerchi prodotti e servizi sul proprio smartphone, solo 1 su 5 perfeziona l'acquisto su questo device
  • un ritardo di 100 millisecondi nel caricamento del sito può penalizzare il tasso di conversione fino al 7%
  • un ritardo di 2 secondi nel caricamento della pagina aumenta il bounce rate del 103%
  • il 53% dei visitatori di siti da mobile abbandona la pagina quando il caricamento supera i 3 secondi
  • il bounce rate è più alto per gli utenti da smartphone, mentre il bounce rate più basso si registra con gli utenti da tablet

Lo State of Online Retail Performance analizza semestralmente le performance dei principali siti retail. Realizzato da SOASTA, il report raccoglie un mese di dati anonimi sugli utenti dei principali retailer online e analizza un totale di circa 10 miliardi di visite.

Grazie all'accesso a una quantità straordinaria di dati e alla possibilità di correlarli con i principali indicatori di performance, lo State of Online Retail Performance offre indicazioni su come le performance del web influiscano sul comportamento dei consumatori e, in definitiva, sul business online. Nello specifico, il report esplora il "numero magico" dei tempi di caricamento della pagina e l'effetto del miglioramento (o rallentamento) delle performance di un secondo sulle conversioni e sui bounce rate, nonché l'impatto delle performance sulla durata della sessione.

E' evidente che un miglioramento della customer experience non può che essere un bene per il retail online, in particolare quando si parla di dispositivi mobili. Il rapporto fornisce, perciò, informazioni preziose su cosa serve davvero per realizzare un'esperienza d'acquisto al top. Unico nel suo genere per il settore, l'indagine indica, ad esempio, quali sono le differenze tra una pagina con buone performance e una con performance scadenti e analizza gli script di terze parti e altri fattori esterni che possono influire sulle prestazioni del sito. Al lettore viene inoltre offerta una guida pratica su come competere al meglio in uno scenario e-commerce in continua evoluzione.

Per saperne di più, leggi il report completo qui: State of Online Retail Performance

Lascia un commento