Akamai Diversity
Home > Financial Services > Finance: come migliorare la web security per una nuova user experience

Finance: come migliorare la web security per una nuova user experience

Un'indagine Gartner rileva che nel 2017 il peso del fatturato derivante dal digitale rappresenterà il 47% del business, un dato che fa registrare una crescita esponenziale se si pensa che nel 2014 si attestava intorno al 25%.

Quest'incremento esponenziale del business digitale ha inevitabilmente portato alla ribalta i temi della sicurezza e della web experience, specie in settori dove si gestiscono dati sensibili, quello bancario e assicurativo in primis. Sempre di più, dunque, la cloud security, la protezione delle infrastrutture aziendali e delle applicazioni web stanno divenendo fondamentali per garantire business continuity, brand reputation e customer satisfaction. 

A ciò, si affianca una sempre maggiore consapevolezza da parte delle aziende rispetto ai danni che gli attacchi, via via più numerosi e violenti, possono causare: non solo danni diretti in termini di mancati ricavi dovuti, ad esempio, all'interruzione dell'erogazione di contenuti o servizi web (nel caso di attacchi DDoS) nonché dalla sottrazione di informazioni sensibili, ma anche danni indiretti sull'immagine aziendale.

Secondo Forbes, la principale aspettativa del cliente di una banca, è proprio la sicurezza dei dati. D'altra parte, il settore finanziario è uno dei più colpiti da attacchi informatici ed è indispensabile adottare tecnologie di sicurezza di nuova generazione affinché i sistemi informativi di banche e assicurazioni siano in grado non solo di arginare la minaccia, ma anche di anticipare eventuali incursioni sospette in tempi che devono misurarsi in frazioni di secondi e non di ore o addirittura di giorni come spesso avviene.

Questo e molto altro ancora è stato al centro del webinar organizzato lo scorso 15 novembre dalla testata ZeroUno in collaborazione con Akamai dal titolo Finance: come migliorare la web security per una nuova user experience. A supporto della discussione sono stati analizzati anche i dati di una recente indagine realizzata tra maggio e giugno 2016 da ZeroUno insieme a P4 ed esperti del Clusit su 23 grandi realtà del finance in Italia. Lo studio ha fotografato lo stato della cybersecurity nel comparto finance, sottolineandone i risvolti economici e gli impatti sull'esperienza dell'utente.

Nel corso del webinar si è discusso della natura degli attacchi, dei danni e dei costi del cybercrime, nonché di tecnologie e strategie. Claudio Telmon, del Comitato Direttivo del Clusit, e Massimiliano Luppi, Major Account Executive Finance di Akamai, abbiamo identificato come stanno evolvendo le minacce e quali caratteristiche hanno i nuovi attacchi DDoS e applicativi; abbiamo visto cosa significa per le aziende subire alcune delle possibili conseguenze di un attacco informatico e dannose come l'interruzione dei servizi erogati, il furto di dati sensibili, il danno d'immagine e la perdita di clienti. Infine, abbiamo visto su come scegliere le soluzioni più adatte e come muoversi per ottimizzare gli investimenti.

Per rivedere il webinar clicca qui.

Per ricevere aggiornamenti sui nostri prossimi webinar scrivici a contact-italy@akamai.com.

Per scoprire tutte le soluzioni per la sicurezza di Akamai clicca qui.

 

 

Lascia un commento