Akamai Diversity
Home > Web Security > Tempo di vacanza... non per gli hacker!

Tempo di vacanza... non per gli hacker!

Come rilevato dal nostro recente Rapporto sulla sicurezza relativo al primo trimestre 2016, nel giro di un anno (Q1 2015 vs Q1 2016) gli attacchi DDoS sono aumentati del 125%!! E la notizia ancora peggiore è che nessuna impresa è immune: dal gaming al travel, dal software all'entertainment, passando da retail ed education, nessun settore è inattaccabile. 

Ma perché parlarne proprio adesso che siamo pronti con pinne e boccaglio? Perché sebbene voi sarete in vacanza, gli hacker continueranno a essere operativi e, anzi, questo è considerato talvolta il momento migliore per attaccare. È proprio nei momenti in cui si abbassa la guardia che gli hacker sono pronti ad attaccare. Perciò, se non volete ritrovarvi su una bianca spiaggia delle Maldive a dover pagare un riscatto in bitcoin all'hacker di turno che ha approfittato di una falla nel vostro sistema o semplicemente della vostra poca preparazione, non abbassate la guardia!

Adesso più che mai, in ogni momento dell'anno, è necessario prepararsi a tenere alto il livello di attenzione in materia di sicurezza. Prima di godervi il meritato relax, accertatevi di aver preso poche semplici precauzioni affinché anche la vostra azienda possa trascorrere le vacanze al riparo dagli attacchi informatici. Ecco un semplice vademecum.

Innanzitutto, non dimenticate di mettere in valigia accanto a costume da bagno e infradito anche il numero del vostro consulente informatico da contattare in caso di violazione. Il segreto di fronte a un attacco informatico è, infatti, non farsi cogliere impreparati: rimettetevi al vostro esperto di fiducia che sarà pronto a intervenire in qualsiasi momento per evitare interruzioni di servizio, limitare eventuali danni e ripristinare la situazione di normalità nei vostri sistemi. Ovviamente, assicuratevi anche di disporre degli strumenti di protezione più recenti. Un errore molto comune è, infatti, pensare che gli strumenti già in uso nella propria azienda siano sufficienti a proteggere i propri dati da qualunque minaccia, ma ricordate che le minacce alla sicurezza sono sempre in evoluzione. Anche i siti web dovrebbero evolvere di conseguenza, prevedendo dei programmi specifici o delle impostazioni di sistema che aiutino a monitorare il panorama delle minacce e i relativi trend al fine di garantirsi una sicurezza ottimale. Per alcune aziende, specialmente quelle di grandi dimensioni, mantenere il proprio sito web sicuro è un lavoro a tempo pieno. Lo scopo dei criminali informatici è proprio quello di trovare bug nelle misure di sicurezza, quindi è essenziale che gli esperti a cui decidete di affidarvi siano sempre aggiornati sulle minacce e sui trend più recenti e che valutino con costanza gli strumenti di protezione implementati.

Infine, accertatevi di aver preallertato i vostri collaboratori sul tema sicurezza per evitare di incappare in attacchi informatici. Spesso, infatti, il modo più semplice per rubare informazioni riservate è proprio dall'interno, basta un semplice click di un dipendente a un link o una mail sospetta (si veda il recente caso Snapchat). Software intelligenti in grado di monitorare chi accede a cosa nei sistemi informatici aziendali e di segnalare tentativi di accesso sospetti sono di grande aiuto, ma assicuratevi di prevenire queste situazioni a rischio dall'interno!

Se avete seguito questi piccoli passaggi, potete partire in vacanza senza pensieri. Se, invece, vi è sfuggito qualcosa...beh, ormai è un po' tardi per correre ai ripari. Occhio, però, le vacanze di Natale sono dietro l'angolo...cominciate a pensarci al vostro ritorno! 

Lascia un commento